riverbero è un’associazione che mira a fare arrivare nella Valposchiavo progetti artistici contemporanei di elevata qualità che solitamente sono presentati nelle aree urbane e difficilmente raggiungono la periferia. L’obiettivo, oltre a quello di variare e aprire l’offerta culturale, è di avvicinare la periferia alla città e la città alla periferia, di farci sentire tutti parte integrante di un’«unica e più vasta scena culturale », di mettere in relazione fra di loro regioni diverse e favorire la conoscenza reciproca. I progetti di riverbero sono rivolti a tutte le fasce di popolazione e di età, l’associazione riveste un ruolo importante di mediazione. L’offerta culturale di riverbero mira inoltre ad attirare verso la Valposchiavo pubblico dall’Engadina, dalla Bregaglia e dalla Valtellina, ad avvicinare queste regioni e a rafforzare la coesione.

Paola Gianoli – Kaspar Howald – Federica Esposito 

riverbero è membro delle associazioni svizzere per professionisti della danza:
Danse Suisse
ig-tanz ost
Isadora.Piattaforma Danza

Desiderate sostenere l’attività di riverbero
Le donazioni ci aiutano a finanziare le nostre attività. Per ogni importo siamo estremamente riconoscenti! 
riverbero è riconosciuto di utilità pubblica dal Cantone dei Grigioni, contributo deducibile dalle imposte.
IBAN: CH09 0077 4010 3486 8440 0
QR IBAN

Premio svizzero delle arti sceniche 2022
Su proposta delle giurie federali del teatro e della danza, l’Ufficio federale della cultura assegna un Premio svizzero delle arti sceniche 2022 a Paola Gianoli per il suo impegno a favore della danza nella Valposchiavo.
“Malgrado la necessità di ingenti risorse tecniche e personali e la difficoltà di trovare finanziamenti, l’impegno di Paola Gianoli a favore della danza nella Valposchiavo è contagioso ed esemplare per la mediazione culturale nelle regioni periferiche della Svizzera.”
Paola Gianoli – Premio svizzero delle arti sceniche 2022
Awards Ceremony Swiss Performing Arts 2022

riverbero ha goduto nel 2019-2020 di un importante sostegno strutturale da parte della Fondazione Dr. Valentin Malamoud